I grandi Whisky per ogni amante del whisky

bourbon whiskey

Per gli amanti del Whisky (o del Bourbon) è facile rimanere bloccati, soprattutto quando scoprono qualcosa che gli piace. Comunque sia, in un universo straordinariamente vasto di whisky brillanti, ho accumulato questa lista di dieci campioni in diverse classificazioni, tra cui Whiskey, segale, single malt e miscele provenienti da tutto il mondo, tutti meritevoli di essere provati. Qui c’è qualcosa per tutti i gusti.

Il mercato del Whisky si estende a tutto il mondo.

Ecco 10 diversi grandi whisky per ogni amante del whisky.

Whisky giapponese

Whisky giapponese
vinepair.com

Si sono rivelati progressivamente accessibili, progressivamente attraenti e continuano ad accumulare onorificenze mondiali in competizione tra loro, compreso il miglior Whisky del mondo. Comunque sia, ritengo che il Giappone sia molto più campione per le sue miscele che per i suoi progressivamente acclamati single malt.

Il whisky giapponese è stato consegnato per circa un secolo, ma è stato solo quando lo Yamazaki Single Malt Sherry Cask 2013 ha portato a casa il titolo di World’s Best Whiskey nel 2015 che le teste si sono girate e le idee sono cambiate, anche in Giappone.

A differenza delle severe linee guida che regolano ciò che può essere chiamato Scotch o Whiskey, il Whisky giapponese ne ha solo una: deve essere prodotto in Giappone.

Se la grande creazione del whisky giapponese è ancora fondamentalmente equivalente a quella dello scotch – una cotta di grano maltato raffinata e maturata in botte per almeno tre anni – il whisky giapponese offre numerose caratteristiche inconfondibili.

Per prima cosa, le raffinerie giapponesi di solito gestiscono la propria miscelazione, invece di scambiare le scorte tra di loro, il che implica che ogni casa produce un’ampia gamma di stili invece di un unico marchio, cosa che è fondamentale per i produttori di scotch.

Poiché la miscelazione avviene internamente, i produttori giapponesi possono lavorare con vari tipi di alambicchi, strategie di maturazione assortite e una gamma più importante di contenitori per la maturazione, per produrre un gran numero di articoli diversi.

In Giappone esistono alcune organizzazioni che producono whisky, ma le due più note sono Suntory e Nikka. Entrambi producono whisky misti come whisky di malto singolo e whisky di malto misto, con i loro principali whisky misti che sono il Suntory kakubin (contenitore quadrato) e il Black Nikka Clear.

Whisky miscelato

Best Blended Scotch
hiconsumption.com

Un Whisky Blended è una miscela di un numero qualsiasi di whisky di malto e di cereali. Il carattere di un whisky misto è dettato dalla proporzione di whisky provenienti da diverse raffinerie, poiché ogni raffineria produce sapori diversi. Per le marche più importanti la proporzione è sempre equivalente, quindi il gusto non cambia. Per avere la capacità di fornire questi whisky misti, ci sono raffinerie di whisky di malto che producono solo per l’industria del whisky misto e non imbottigliano alcun single malt.

La maggior parte delle miscele contiene più whisky di cereali che whisky di malto. Maggiore è la percentuale di Whisky di malto, migliore è la miscela. La maggior parte dei Whisky misti proviene dalla Scozia o dall’Irlanda.

Vengono raccolti, a quel punto “sposati” per integrare e migliorare i loro sapori. Circa il 95% dei whisky scozzesi sono venduti come miscele. Si tratta dei tipi di whisky più mainstream, che rappresentano fino all’80% di tutti i whisky venduti.

Esempi di marchi Blended acquisiti il più delle volte sono Johnnie Walker, J&.
B, Bell’s, Chivas e Grants.

Whisky a malto singolo

Single Malt Whiskies
whitegloveconsultancy.com

Un single malt è il risultato di una sola raffineria e può essere creato solo da grano maltato, acqua non adulterata e lievito. La libbra invecchiata viene poi affinata in un alambicco di rame, a grappoli. Questo rende il whisky single malt più costoso da consegnare rispetto al whisky di cereali.

I marchi di single malt normalmente ottenuti in Sudafrica comprendono Aberlour, Ardberg, Balvenie, Glenmorangie, Bowmore, Bruichladdich e Haig Club Clubman.

Whisky americano

American whiskies
marketwatchmag.com

L’America crea diverse varianti di Whisky, tra cui una delle più note è il Bourbon.

Per essere considerato un American Whiskey, il whisky deve essere sviluppato a meno dell’80% ABV (liquore in volume) e sviluppato negli Stati Uniti da una massa di mais non inferiore al 51%, a quel punto maturato per almeno 2 anni.

Non è consentito aggiungere nulla all’anima che ne modifichi l’ombreggiatura o il sapore. Il Whisky del Tennessee, poi, viene creato nel Tennessee e setacciato attraverso un letto di carbone d’acero da zucchero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Il periodo di verifica reCAPTCHA è scaduto. Ricaricare la pagina.

Nessun prodotto nel carrello.