Il viaggio di Anthony Bourdain con il Whisky Balvenie

Il viaggio di Anthony Bourdain con il Whisky Balvenie

Nel 2015, il famoso chef Anthony Bourdain ha intrapreso un viaggio attraverso gli Stati Uniti per scoprire gli artigiani più talentuosi in diverse aree. Scopre un lato di queste abilità mai visto prima, mettendo in luce le loro storie e tutto il processo necessario per ottenere pezzi incredibilmente belli e unici. Questo viaggio non sarebbe stato lo stesso senza la partnership sviluppata con il Whisky Balvenie, che si avvale anche di artigiani di talento che mettono il loro cuore e la loro anima nello sviluppo di questa incredibile bevanda.

Artigianato grezzo

Lo spettacolo si chiama Raw Craft e come ha detto Anthony nel comunicato stampa: “Per me c’è una profonda soddisfazione nel vedere persone, con una particolare abilità e una vera passione, produrre una cosa bella, ed è per questo che sono entusiasta di far parte di questi programmi in collaborazione con The Balvenie”? C’è sempre un’abilità che si scopre nei diversi pezzi di artigianato che si sentono, si annusano o si assaggiano, che nascondono una storia della loro creazione e dell’impegno profuso dalle persone per realizzarli. È bene tenerne conto e capire a fondo come si fa e perché.

Il Whisky Balvenie

Fondato nel 1892 in Scozia, il Whisky Balvenie è considerato ancora oggi il whisky più artigianale tra i single malt. Attualmente è l’unica distilleria in Scozia a coltivare il proprio orzo, utilizzando ancora il tradizionale processo di maltazione a terra. Ciò significa che, utilizzando i metodi tradizionali, la distilleria è in grado di rastrellare e girare manualmente l’orzo per mantenere i chicchi sciolti e aerati. Questo ha un impatto notevole sul prodotto finito nel suo complesso, influenzandone le note e i sapori. Il metodo automatizzato, come viene normalmente utilizzato, mantiene l’orzo più denso con una minore aerazione, che crea un sapore di Whisky più comune e medio. L’impiego di un ramaio e di un team di bottai nella distilleria Balvenie offre inoltre una maggiore competenza nel processo, mantenendo le antiche tradizioni e conoscenze artigianali nello sviluppo del Whisky.

balvenie doublewood 12 anni

Cinque mestieri rari

Come descritto dall’azienda, si utilizzano ancora i cinque rari mestieri, nello stesso modo in cui sono sempre stati utilizzati. Ciò significa che i loro artigiani condividono una conoscenza e un’esperienza che porta questo whisky al suo vero potenziale, combinando abilità e ambizioni come nessun altro.

Questi cinque mestieri rari sono:

  1. L’orzo coltivato in casa – l’orzo viene coltivato nella propria azienda agricola, utilizzando solo una mietitrebbia come tecnologia moderna. Ciò significa che il processo di lavorazione rimane invariato, mantenendo la qualità dell’orzo di sempre.
  2. Il pavimento di maltaggio – solo pochissime distillerie utilizzano il proprio pavimento di maltaggio in Scozia. Il processo di lavorazione effettuato dagli artigiani offre una complessità unica al loro Whisky.
  3. Gli alambicchi di rame – la dimensione e la forma dell’alambicco di rame influenzano enormemente il gusto del Whisky, per questo vi si attribuisce grande importanza, con pochissimi cambiamenti dalla creazione della distilleria.
  4. La bottaia – Le botti – barrels, buts, hogsheads e puncheons – creano i diversi sapori di ogni Whisky rendendolo più tostato o più caramellato. La loro selezione è fondamentale in ogni gamma
  5. Il malt master: l’esperienza e le capacità del malt master più longevo di Scozia, David Steward, sono decisive per la scelta dei whisky da imbottigliare e per il loro invecchiamento.

Tutti questi cinque mestieri occupano una posizione importante e vitale, singolarmente e insieme, nello sviluppo del gusto del Whisky.

Questa dedizione ha permesso a The Balvenie di vincere molti premi nel corso degli anni per i suoi whisky distintivi, che vanno dalla gamma principale, alla gamma triple cask, alle edizioni limitate e alle botti d’epoca. Tutte queste famiglie offrono sapori e note uniche, che variano a seconda della botte, del barile, dell’età, del processo, ecc. I premi assegnati variano anche a seconda del tipo di whisky: ad esempio, il whisky di 15 anni in botte singola ha ricevuto medaglie d’oro, d’argento e doppie medaglie d’oro.

La degustazione di uno qualsiasi dei whisky Balvenie è sicuramente un’esperienza e un viaggio che permette di sentire e annusare gli anni di esperienza e competenza dei veri maestri del mondo del whisky.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Il periodo di verifica reCAPTCHA è scaduto. Ricaricare la pagina.

Nessun prodotto nel carrello.